chi siamo

Organigramma ASSTM 2017
(62.5 kB)



La storia della Federazione Svizzera dei Samaritani (FSS) – da Solferino ai giorni nostri
  Introduzione
Per comprendere una qualsiasi situazione è importante conoscere la storia della sua genesi. In breve viene schizzata qui di seguito rapidamente la storia della nostra organizzazione, dalle origini fino ai giorni nostri. Ogni azienda e ogni organizzazione ha una propria storia, dalla quale si può dedurre la sua cultura e la sua filosofia, determinanti per comprendere il perché di una certa realtà.  

Gli antefatti
La fondazione della prima Sezione samaritani è stata preceduta da importanti processi storici, sfociati nella battaglia nei pressi di Solferino, nell’Italia settentrionale, in cui si scontrarono da una parte l'esercito austriaco e dall'altro quello franco-sardo.
Henry Dunant, nativo di Ginevra, si era recato per affari nella zona e fu testimone della sanguinosa battaglia. Migliaia di soldati feriti morirono, perché non ricevettero un'assistenza sanitaria sufficiente. Henry Dunant organizzò sui campi di battaglia le operazioni di soccorso. Riuscì ad entusiasmare la popolazione, soprattutto le donne lombarde, perché prestassero aiuto ai feriti, senza distinzione di nazionalità. “Siamo tutti fratelli” era diventato il motto dell'azione. Dunant era rimasto vivamente impressionato dagli eventi di Solferino e non riusciva a trovar pace. Con l'aiuto di alcuni amici fondò a Ginevra un comitato, che per il 1863 convocò nella medesima città una conferenza preparatoria internazionale. Vi parteciparono personalità di quasi tutti gli Stati europei. L'assemblea deliberò di presentare ai governi la richiesta di fondare delle società di soccorso, che si occupassero di addestrare dei soccorritori volontari, in modo che fossero in grado di prestare aiuto ai soldati feriti nel corso di eventi bellici. Un anno più tardi, su invito del Consiglio federale svizzero, si svolse di nuovo a Ginevra una conferenza diplomatica. Vi parteciparono i plenipotenziari di 16 Stati. Come risultato delle trattative, il 22 agosto 1864 venne sottoscritta la “Convenzione di Ginevra”.  

La fondazione della prima Sezione samaritani
Per iniziativa del sergente delle truppe sanitarie Ernst Mockli, a Berna nell'inverno 1884/85 venne organizzato il primo corso samaritano del nostro paese. Egli fondò pure la Società svizzera delle truppe sanitarie e diede un contributo determinante anche alla costituzione della Società centrale svizzera della Croce Rossa. Mockli chiese a Robert Vogt, bernese, se, nella sua qualità di medico, fosse disposto ad aiutarlo nell'addestramento di civili per farne cosiddetti “samaritani", che fossero in grado di assistere le persone rimaste ferite in una disgrazia, finché le stesse non potessero ricevere le cure mediche del caso. Vogt si mise a disposizione. Dopo quel primo corso samaritano a Berna, nella primavera 1885 venne costituita la Sezione samaritani di Berna, la prima Sezione samaritani della Svizzera.  

Lo sviluppo del “movimento samaritano”
Seguendo questo esempio, dapprima a Berna e poi anche in altre città svizzere vennero organizzati altri corsi e fondate Sezioni samaritani. Ernst Mockli prese l'iniziativa per la creazione di un'Associazione delle sezioni samaritani. Nella primavera 1887 si ebbe un primo incontro e la Sezione samaritani di Berna venne incaricata di preparare un progetto di statuti per una Federazione delle sezioni samaritani svizzere. Il progetto venne approvato dall'Assemblea dei delegati il 19 giugno 1887. La Federazione delle sezioni samaritani svizzere così costituita rappresentava un'associazione libera, senza una vera e propria centralizzazione dell'amministrazione. Berna venne scelta come sezione direttrice.  

La fondazione della Federazione svizzera dei samaritani (FSS)
Già nel corso del primo anno (1887) si constatò che l’organizzazione esistente era troppo vaga, per consentire uno sviluppo vigoroso. Perciò la sezione direttrice di Berna cercò di introdurre un'organizzazione più efficiente. Preparò un nuovo progetto di statuti per una Federazione svizzera dei samaritani. Il 1. luglio 1888 venne fondata la FSS ad Aarau. Su proposta del presidente del giorno, Ernst Mockli, si decise di stabilire un collegamento con la Croce Rossa Svizzera.  

Dal “Vorort” al Segretariato centrale
La sezione direttrice di Berna venne eletta come «Vorort» della FSS per un periodo di tre anni. «Vorort» veniva detta la sezione direttrice. I compiti del Vorort erano p.es. convocare l'Assemblea dei delegati, rappresentare la FSS di fronte alle autorità federali, accettare gli statuti e i rapporti delle singole sezioni e le dichiarazioni di affiliazione delle nuove sezioni. Dopo vari cambiamenti, nel 1912 Olten divenne “Vorort” e da allora la sede della FSS è rimasta in tale città. Verso la fine della guerra il lavoro amministrativo era aumentato in misura tale che non era più possibile sbrigarlo soltanto con dei volontari. Olten propose perciò la creazione di un segretariato permanente, che fu istituito nel 1922. Il presidente centrale di allora, Arnold Rauber, assunse la carica di segretario della Federazione. Da quell'anno in poi il Segretariato centrale ha avuto un'evoluzione continua, adeguandosi costantemente alla realtà. Nel corso del tempo i samaritani hanno ampliato i loro compiti, offrendo prestazioni di aiuto sempre più diversificati, grazie anche al sostegno professionale e moderno del Segretariato centrale.  

L’Associazione delle Sezioni Samaritane del Ticino e Moesano (ASSTM)
  
Fu fondata nel 1955. Oggi conta 52 sezioni.
Dal 2005 è attivo un segretariato con sede a Rivera. 


Statuti ASSTM (2015) (5.1 MB)


CHI SIAMO FLYER (2017) (200.1 kB)